+

Sei un titolare di rivendita? Proponiti al Network Made!

Rendi la tua azienda competitiva nel nuovo mercato.

Invia la tua richiesta
Salve,

Noleggio attrezzature edili e macchinari: sentiment positivi

Da gruppomade Mercoledì 3 Marzo , 2021
Home  /  Portfolio Item  /  Noleggio attrezzature edili e macchinari: sentiment positivi

noleggio attrezzature edili e macchinari

In lieve ripresa il mercato delle piccole attrezzature, mentre i risultati migliori arrivano dal noleggio delle grandi macchine. Fra i driver anche il settore delle costruzioni.

Il settore del noleggio, nel nostro caso soprattutto quello delle piccole attrezzature, è uno dei driver che concorrono al fatturato globale di un’azienda. Addirittura, molti distributori edili che offrono un servizio professionale, in tempi di congiuntura difficile hanno ricevuto da questo settore merceologico un sostanziale aiuto alla stabilità delle entrate annuali.

Una recente indagine di Assodimi – Assonolo ha analizzato l’andamento del mercato del noleggio nel 2020, intervistando un campione di società, specializzate nel noleggio di macchine piccole e grandi, oltre che di attrezzature, che per il 40% era costituito da aziende con oltre 10 milioni di euro di fatturato, mentre il 24% erano aziende con meno di un milione di euro di fatturato e il restante 36% è compreso tra 1 e 10 milioni di euro, per un valore totale di 200 milioni di euro di fatturato specifico, ovvero oltre un decimo del fatturato complessivo del noleggio in Italia. Anche se non c’è un particolare coinvolgimento della distribuzione edile, i risultati di questa inchiesta sono utili per conoscere l’andamento di questo particolare mercato.

Per quanto riguarda il fatturato specifico nel noleggio, quasi il 50% delle aziende hanno registrato una diminuzione, mentre oltre il 36% un incremento, incrementi registrati in modo particolare nelle imprese di maggiori dimensioni, con incrementi superiore al 10% nel 25% dei casi. Le aziende con fatturato nel noleggio in calo hanno per lo più registrato cali compresi tra il -5% e il -10%.

Analizzando l’andamento congiunturale dei settori coinvolti, emerge una forte ripresa del noleggio nel movimento terra light e heavy e nelle piattaforme e nel sollevamento. Anche ponteggi, carrelli e gru presentano indicatori di ripresa abbastanza significativi, mentre meno dinamica si trova nei gruppi elettrogeni. Lieve ripresa anche per le attrezzature edili e per le piccole attrezzature. Per oltre il 50% degli intervistati la ripresa del mercato è già avvenuta e per un altro 21% arriverà entro pochi mesi, valori che si differenziano molto tra imprese di piccola dimensione, per le quali la ripresa è più lontana, e imprese di grande dimensione che nel 70% dei casi hanno registrato una ripartenza completa del mercato. La ripartenza è avvenuta soprattutto grazie alla ripresa del settore agricolo, di quello delle costruzioni e di quello sanitario, meno rilevante invece la ripresa nei settori dell’industria e del commercio. Buoni anche gli indicatori relativi alla durata media del noleggio, soprattutto per ponteggi, movimento terra, carrelli e gru.

Made News

questo articolo è stato condiviso 0 volte
 000
Inerente a

 gruppomade

  (2383 articles)