+

Sei un titolare di rivendita? Proponiti al Network Made!

Rendi la tua azienda competitiva nel nuovo mercato.

Invia la tua richiesta
Salve,

Altri indicatori di ripresa per il settore delle costruzioni

Da gruppomade Venerdì 17 Settembre , 2021
Home  /  Portfolio Item  /  Altri indicatori di ripresa per il settore delle costruzioni

Indicatori di ripresa del settore delle costruzioni

L’Ufficio Studi Economici di Unicmi diffonde i suoi dati previsionali sull’andamento del mercato, principalmente per il settore dei serramenti, che coinvolge anche la rivendita edile, e le facciate continue. Buone notizie su tutti i fronti.

Per quest’anno, è prevista una ripresa del settore delle costruzioni del 7,5% per il 2021 (e a inizio anno era prevedibile un incremento del 3,6%), il settore del recupero (ristrutturazioni) residenziale crescerà del 12,7%, le nuove costruzioni cresceranno del 9,6%. Non solo: l’onda lunga della ripresa si protrarrà anche per il 2022 con +9% per il recupero e +6% per le nuove costruzioni. È il quadro a tinta rosa dipinto dall’Ufficio Studi Economici di Unicmi, contenuto nel recente aggiornamento semestrale (Rapporto sul mercato dell’involucro edilizio 2020), che contiene le previsioni di chiusura 2021 e le proiezioni 2022 relative al mercato italiano dei serramenti e delle facciate continue.

Secondo l’Associazione che riunisce i costruttori di serramenti metallici e di facciate continue, questi dati indicano la crescita più alta degli ultimi 15 anni. Il mercato dei serramenti lieviterà nel 2021 dell’8,6% (mentre le previsioni di inizio anno indicavano un +5,5%) recuperando quanto perso nel 2020 (-7%), e la riprese andrà avanti anche nel 2022 con +6,2%. Nel segmento residenziale la domanda di serramenti crescerà del 12% nel 2021 e dell’8,4% del 2022, si tratta, anche in questo caso, dei valori più alti di quanto registrato negli ultimi 15 anni.

Il 2021, insomma, si annuncia in forte ripresa per effetto dello straordinario sviluppo del mercato della sostituzione dei serramenti nel comparto residenziale. Le stime indicano che la domanda di serramenti generata grazie ai diversi strumenti attualmente in vigore (55% con sconto in fattura, i vari bonus casa e il superbonus) sfiorerà i 2 miliardi di euro, in aumento del 37% rispetto a 1,41 miliardi di euro del 2020. Gli incentivi generano il 70% della domanda di serramenti nel mercato residenziale.

Made News

questo articolo è stato condiviso 0 volte
 000
Inerente a

 gruppomade

  (2422 articles)